Servizi di mediazione e ascolto

Attraverso la pratica di Mediazione si mira a favorire e diffondere nella Comunità una cultura favorevole al confronto, all’ascolto, al dialogo.

L’attività si svolge presso spazi appositamente dedicati all’Ascolto ed alla Mediazione in locali ubicati:
nei Centri di Aggregazione gestiti dalla nostra organizzazione;
in altre strutture messe a disposizione dal cliente o aventi caratteristiche determinate.
La Mediazione è un percorso in cui un terzo imparziale è sollecitato dalle parti all’aiuto nella gestione delle difficoltà emotive ed organizzative peculiari delle fratture dei legami che si manifestano nel conflitto. La Mediazione si presenta quindi come uno spazio di incontro in un ambiente neutrale; l’azione è intesa come un processo di costruzione e di gestione della vita personale e sociale grazie all’intromissione di un terzo, imparziale e indipendente e che abbia come autorità quella riconosciuta liberamente dai soggetti in conflitto.
L’intervento può essere richiesto anche da una sola delle parti in conflitto ed in questo caso il mediatore potrà favorire anche il coinvolgimento delle altre parti. In alcuni casi, la mediazione può avvenire “a navetta” con il mediatore che incontra a turno i confliggenti, fino a che le parti non dichiarino di essere disposte ad incontrarsi ovvero di non voler proseguire la mediazione.
A titolo esemplificativo l’attività di mediazione può essere svolta in contesti sanitari;lavorativi;
giudiziari;familiari;scolastici;vicinato.
Inoltre, la Mediazione può aver luogo nel contesto interculturale, con l’obiettivo di facilitare le relazioni tra gli autoctoni ed i cittadini stranieri e di promuovere la reciproca conoscenza e comprensione favorendo un rapporto positivo fra soggetti di culture diverse.
Il servizio di ascolto consiste nell’offerta di consulenza psicopedagogica dedicata a coloro che si trovano in situazione di difficoltà educativa, psicologica e relazionale. Tale spazio di confronto ha lo scopo di aiutare gli stessi utenti nella chiarificazione dei problemi e nell’attivazione delle risorse individuali nell’ambito scolastico, familiare e relazionale. Il servizio è svolto da uno psicologo o da un pedagogista presso le scuole o altre strutture messe a disposizione dal cliente. Per favorirne la conoscenza, prima dell’apertura degli sportelli viene realizzato un percorso di promozione rivolto a tutti gli operatori dei servizi del territorio, alle famiglie ed ai possibili utenti.
Gli sportelli di mediazione e ascolto attualmente gestiti dalla Passaparola sono:
1.      Ascolto psicologico di Cabras
2.      Ascolto pedagogico di Capoterra
3.      Sportello di mediazione di Capoterra
4.      Sportello di mediazione di Oristano
5.      Sportello di mediazione della Trexenta
6.      Sportello psicologico della Trexenta
Orari dei Servizi
A Cabras il servizio di ascolto psicologico è rivolto a coloro che vengono inviati dall’ufficio dei Servizi Sociali e si svolge negli spazi messi a disposizione dal comune.
A Capoterra il servizio di ascolto pedagogico è rivolto a tutti coloro che ne facciano richiesta telefonando al numero dedicato. Inoltre, viene effettuata la consulenza pedagogica anche alle famiglie dei minori che frequentano il Centro ludico-educativo.
A Capoterra lo Sportello di mediazione è aperto a tutto il territorio comunale e accoglie coloro che vengono inviati dall’Ufficio dei Servizi Sociali. E’ attivo con cadenza quindicinale e vi si accede per appuntamento al numero telefonico dedicato.
Ad Oristano lo Sportello di mediazione è aperto a tutto il territorio comunale e provinciale e accoglie anche coloro che vengono inviati dall’Ufficio dei Servizi Sociali e dal Tribunale. E’ attivo con cadenza quindicinale e vi si accede per appuntamento al numero telefonico dedicato.
A Senorbì ha sede lo Sportello di mediazione della Trexenta. E’ aperto a tutto il territorio intercomunale e accoglie anche coloro che vengono inviati dall’Ufficio dei Servizi Sociali e dal Tribunale. E’ attivo con cadenza quindicinale e vi si accede per appuntamento al numero telefonico dedicato.
 In Trexenta lo sportello di consulenza psicologica è attivo per coloro che vi vengono inviati dall’Ufficio dei Servizi Sociali. Porta avanti sia semplici consulenze sia percorsi di supporto familiare presso nuclei già in carico al Servizio educativo territoriale. E’ attivo una volta la settimana e vi si accede per invio o per appuntamento al numero telefonico dedicato.